Economia - panoramica Italia 2012

Ultimo aggiornamento il 27 febbraio, 

Economia - panoramica 2012 da http://www.theodora.com/wfbcurrent/italy/italy_economy.html

L'Italia ha un'economia industriale diversificato, che è divisa in un nord sviluppato industriale, dominato da aziende private, e una meno sviluppata, welfare-dipendente, agricolo sud, con alto tasso di disoccupazione. L'economia italiana è guidata in gran parte dalla produzione di alta qualità, beni di consumo prodotti da parte delle piccole e medie imprese, molte delle quali a conduzione familiare. L'Italia ha anche una considerevole economia sommersa che, secondo alcune stime per ben il 15% del PIL. Queste attività sono più comuni nel settore agricolo, delle costruzioni e dei servizi. L'Italia è la terza più grande economia della zona euro, ma eccezionalmente elevati oneri del debito pubblico e gli impedimenti strutturali alla crescita hanno reso vulnerabile al controllo dei mercati finanziari. Il debito pubblico è aumentato costantemente dal 2007, raggiungendo il 120% del PIL nel 2011, e oneri finanziari sul debito pubblico sovrano sono saliti a livelli record. Nel 2011 il governo ha approvato una serie di pacchetti di austerità di pareggiare il bilancio entro il 2013 e ridurre l'onere del debito pubblico. Tali misure comprendono un aumento del valore aggiunto, le riforme delle pensioni e tagli alla pubblica amministrazione. Il governo affronta anche la pressione da parte di investitori e partner europei per affrontare Italia impedimenti strutturali di lunga data alla crescita, come ad esempio un mercato del lavoro inflessibile e una diffusa evasione fiscale. La crisi finanziaria internazionale peggiorato le condizioni del mercato del lavoro in Italia, con un aumento della disoccupazione dal 6,2% del 2007 al 8,2% nel 2011, ma a basso tasso di fertilità a lungo termine in Italia e da quote-driven politiche di immigrazione sempre più sforzare la sua economia. L'euro-zona di crisi con misure di austerità italiane hanno ridotto le esportazioni e la domanda interna, rallentando il recupero in Italia dalla recessione.

PIL (parità del potere d'acquisto):
1826 miliardi dollari (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 11

1814 miliardi dollari (2010 est)

1791 miliardi dollari (stima 2009)
nota: i dati sono in dollari USA 2011

PIL (tasso di cambio ufficiale):
2246 miliardi dollari (stima 2011)

PIL - tasso di crescita reale:
0,6% (2011 est)
paese rispetto al mondo: 193

1,3% (2010 est)

-5,2% (Stima 2009)

PIL - pro capite:
$ 30.100 (2011 est)
paese rispetto al mondo: 45

$ 30.100 (2010 est)

29.800 $ (stima 2009)
nota: i dati sono in dollari USA 2011

PIL - composizione per settore:
Agricoltura: 1,9%
industria: 25,2%
servizi: 72,9% (2011 est)

Forza lavoro:
25 milioni (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 26

Forze di lavoro - dall'occupazione:
Agricoltura: 4,2%
industria: 30,7%
servizi: 65,1% (2005)

Tasso di disoccupazione:
8,2% (2011 est)
paese rispetto al mondo: 99

8,4% (2010 est)

Popolazione sotto la soglia di povertà:
NA%

Reddito o consumo dalla parte di percentuale:
il più basso 10%: 2,3%
più su 10%: 26,8% (2000)

Distribuzione del reddito familiare - Indice di Gini:
32 (2006)
paese rispetto al mondo: 107

27.3 (1995)

Investimenti (fissi lordi):
19,7% del PIL (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 123

Budget:
Ricavi: € 1.041.000 milioni
Spese: € 1.122 miliardi (2011 est)

Tasse e altri proventi:
46,4% del PIL (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 25

Budget avanzo (+) o disavanzo (-):
-3,6% Del PIL (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 113
[Vedi anche: avanzo di bilancio (+) o disavanzo - ranghi paese () ]

Debito pubblico:
120,1% del PIL (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 9

119,1% del PIL (stima 2010)
Nota: l'Italia riporta i dati sul debito pubblico secondo le linee guida stabilite nel trattato di Maastricht, il debito lordo delle amministrazioni pubbliche è definito nel trattato di Maastricht, il debito lordo consolidato delle amministrazioni pubbliche al valore nominale, in essere alla fine dell'anno, nei seguenti categorie di passività del governo (come definito nel SEC 95): biglietti, monete e depositi (AF.2), titoli diversi dalle azioni esclusi gli strumenti finanziari derivati ​​(AF.3, esclusi AF.34) e prestiti (AF.4) nonché il settore delle amministrazioni pubbliche comprende il governo centrale, governo dello stato, amministrazioni locali e enti di previdenza

Tasso di inflazione (prezzi al consumo):
2,3% (2011 est)
paese rispetto al mondo: 29

1,6% (2010 est)

Tasso di sconto della banca centrale:
1,75% (31 dicembre 2010)
paese rispetto al mondo: 113

1,75% (31 dicembre 2009)
nota: questo è il tasso della Banca centrale europea sulle operazioni di rifinanziamento marginale, che offre credito overnight alle banche nell'area dell'euro

Commercial banca principale tasso di rifinanziamento:
4,5% (31 dicembre 2011 stima)
paese rispetto al mondo: 173

4,032% (31 dicembre 2010 est)

Stock di moneta in senso stretto:
1265 miliardi dollari (31 dicembre 2011 stima)
paese rispetto al mondo: 6

1205 miliardi dollari (31 dicembre 2010 est)
Nota: vedere la voce per l'Unione europea per offerta di moneta nell'area dell'euro, la Banca centrale europea (BCE) controlla la politica monetaria per i 17 membri dell'Unione economica e monetaria (UEM); singoli membri dell'UEM non controllano la quantità di denaro circolante all'interno dei propri confini

Stock di moneta in senso ampio:
2269 miliardi dollari (31 dicembre 2011 stima)
paese rispetto al mondo: 9

2065 miliardi dollari (31 dicembre 2010 est)

Archivi del credito interno:
3469 miliardi dollari (31 dicembre 2011 stima)
paese rispetto al mondo: 9

3221 miliardi dollari (31 dicembre 2010 est)

Valore di mercato delle azioni quotate:
318,1 miliardi dollari (31 dicembre 2010)
paese rispetto al mondo: 24

317,3 miliardi dollari (31 dicembre 2009)

520,9 miliardi dollari (31 dicembre 2008)

Agricoltura - prodotti:
frutta, ortaggi, uva, patate, barbabietole da zucchero, soia, grano, olive, carni bovine, prodotti lattiero-caseari, pesce

Settori:
turismo, macchine, ferro e acciaio, prodotti chimici, industria alimentare, tessile, autoveicoli, abbigliamento, calzature, ceramica

Produzione industriale tasso di crescita:
1,1% (2011 est)
paese rispetto al mondo: 142

Elettricità - produzione:
269,6 miliardi di kWh (stima 2009)
paese rispetto al mondo: 14

Elettricità - consumo:
314,5 miliardi di kWh (stima 2008)
paese rispetto al mondo: 13

Elettricità - esportazioni:
2,121 miliardi kWh (stima 2009)

Elettricità - importazioni:
44,45 miliardi kWh (stima 2009)

Petrolio - produzione:
151.800 bbl / giorno (2010 est)
paese rispetto al mondo: 45

Petrolio - consumo:
1,528 milioni bbl / giorno (2010 est)
paese rispetto al mondo: 16

Petrolio - esportazioni:
529.100 bbl / giorno (stima 2009)
paese rispetto al mondo: 29

Petrolio - importazioni:
1,8 milioni bbl / giorno (stima 2009)
paese rispetto al mondo: 11

Gas naturale - produzione:
8.298 milioni di metri cubi (2010 est)
paese rispetto al mondo: 44

Gas naturale - consumo:
82.980 milioni metro cubico (2010 est)
paese rispetto al mondo: 10

Gas naturale - esportazioni:
139 milioni di metri cubi (2010 est)
paese rispetto al mondo: 46

Gas naturale - importazioni:
75.350 milioni metro cubico (2010 est)
paese rispetto al mondo: 5

Gas naturale - riserve dimostrate:
63,57 miliardi di metri cubi (1 ° gennaio 2011 est)
paese rispetto al mondo: 60

Saldo del conto corrente:
- 77,8 miliardi dollari (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 197

- 67,94 miliardi dollari (2010 est)

Esportazioni:
508,9 miliardi dollari (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 9

448,4 miliardi dollari (2010 est)

Esportazioni:
prodotti di ingegneria, tessile e abbigliamento, macchinari per la produzione, gli autoveicoli, mezzi di trasporto, prodotti chimici, prodotti alimentari, bevande e tabacco, minerali, e metalli non ferrosi

Esportazioni - soci:
Germania 13,2%, Francia 11,7%, Spagna 5,9%, USA 5,8%, UK 5,4%, Svizzera 4,6% (2010)

Importazioni:
541,2 miliardi dollari (stima 2011)
paese rispetto al mondo: 8

473,1 miliardi dollari (2010 est)

Importazioni - prodotti:
prodotti di ingegneria, prodotti chimici, mezzi di trasporto, prodotti energetici, minerali e metalli non ferrosi, tessili e abbigliamento, alimentari, bevande e tabacco

Importazioni - partner:
Germania 16,2%, Francia 8,5%, Cina 7,9%, Olanda 5,4%, Spagna 4,5% (2010)

Riserve di valuta estera e oro:
158,9 miliardi dollari (31 dicembre 2010 est)
paese rispetto al mondo: 16

132,8 miliardi dollari (31 dicembre 2009 est)

Debito - esterno:
2684 miliardi dollari (30 giugno 2011 est)
paese rispetto al mondo: 7

2223 miliardi dollari (30 giugno 2010 est)

Stock di investimenti diretti esteri - a casa:
412,1 miliardi dollari (31 dicembre 2011 stima)
paese rispetto al mondo: 14

403 miliardi dollari (31 dicembre 2010 est)

Investimento diretto all'estero - attivo:
630,5 miliardi dollari (31 dicembre 2011 stima)
paese rispetto al mondo: 12

601,4 miliardi dollari (31 dicembre 2010 est)

Tassi di cambio:
Euro (EUR) al Dollaro Statunitense -

0,7107 (2011 est)

0,755 (2010 est)

0,7198 (stima 2009)

0,6827 (stima 2008)

0,7345 (2007 est)