News

Benedetto XVI - L'ecologia umana è una necessità imperativa

Il Pontefice a sei nuovi ambasciatori accreditati presso la Santa Sede

È necessario adottare stili di vita rispettosi dell’ambiente e sostenere la ricerca e lo sfruttamenmto di energie che salvaguardino il creato e non comportino rischio per l’uomo. Lo ha detto il Papa ai sei nuovi ambasciatori presso la Santa Sede che nella mattina di giovedì 9 giugno hanno presentato le credenziali. Durante l’udienza, svoltasi nella Sala Clementina, il Pontefice ha ricevuto le credenziali da ciascun ambasciatore, alla presenza dell’arcivescovo Dominique Mamberti, segretario per i Rapporti con gli Stati, in rappresentanza del cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato. Con ogni ambasciatore il Papa ha poi scambiato i testi dei discorsi che tradizionalmente vengono pronunciati durante l’udienza. Infine, rivolgendosi ai diplomatici, ai loro collaboratori e ai familiari, ha pronunciato il seguente discorso. (continua..)

Istat - Rapporto Annuale 2010

Un italiano su 4 sperimenta la povertà

Il 24,7% della popolazione, circa un quarto della popolazione, "sperimenta il rischio di poverta' o di esclusione sociale". Si tratta di un valore - rileva l'Istat nel rapporto annuale presentato oggi - superiore alla media Ue che e' del 23,1%.Per l'Italia quello appena finito e' stato un "decennio perduto in cui la produttivita' non cresce". In 2 anni mezzo milione di giovani ha perso il lavoro. Rai News24 Rapporto Istat 2010

Test - Il mio stile di vita

Scaricando il documento allegato potrai fare un piccolo test sul tuo stile di vita e cosa puoi migliorare senza fatica nella tua vita quotidiana con piccoli accorgimenti. Il test è aperto al contributo di altre persone se avete suggerimenti potete inviarli alla nostra associazione.

Vi segnaliamo

images

  • Sospensione delle rate del mutuo (Accordo ABI - Associazione consumatori) qui

  • Anticipo dell'indennità di cassa integrazione guadagni straordinaria(accordo ABI-Confindustria-Sindacati) qui

  • Prestito per i nuovi nati (Dipartimento della famiglia) qui

  • Prestito per lo studente (Accordo ABI - Dipartimento della Gioventù) qui

  • Prestito garantito dai Fondi di Prevenzione dell'usura (Accordo ABI - Ministero dell'Interno) qui

  • Il “decreto per lo sviluppo” L. 106/2011 qui

  • Cosa fare quando sottoscrivo un prestito - Prestito al consumo senza sorprese istruzioni per l'uso (stampa e distribuisci) qui  

  • Primo soccorso debiti - Cosa fare in caso di debiti istruzioni per l'uso (stampa e distribuisci) qui
  • Legge sul credito al consumo qui  

 

Convegno Prof. Zamagni

1L'intervento del Prof. Zamagni è scaricabile in versione audio dal links qui sotto.

 Scarica l'intervento

 

cliccando qui potrai scaricare la versione cartacea in pdf (scarica versione cartacea)

L'economia della reciprocità

0751_manConvEconMO_50x70

Prestito della Speranza

26 Febbraio 2015
S.Em.za rev.ma card. Angelo Bagnasco (CEI), il dott. Carlo Messina (Intesa San Paolo),
S.E. Mons. Luigi Bressan (Caritas Italiana), il dott. Marco Morganti (Banca Prossima) ed il dott.Franco Pau (Vo.BI.S), hanno siglato il nuovo accordo quadro.

logo prestito della speranza

Prestito della Speranza 3.0


La Conferenza Episcopale attraverso il Prestito della Speranza intende sostenere l’accesso

 

al credito a condizione agevolate, a persone e microimprese in condizioni di vulnerabilità economica.

Obiettivo del Prestito della Speranza è favorire una nuova modalità di sostegno alla condizione di vulnerabilità economica e sociale di alcune categorie di Persone, Famiglie e Piccole Imprese che non consente loro l’accesso al credito per le vie ordinarie.

Il Progetto nasce nel 2009 per iniziativa della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) in collaborazione con l’ABI (Associazione Bancaria Italiana). Ad esso hanno aderito diversi Istituti di Credito tra cui Intesa Sanpaolo.

Contestualmente la CEI ha istituito un Fondo di Garanzia affidandone la gestione a Banca Prossima. Nelle prime due edizioni sono stati erogati oltre 26 milioni di euro a supporto di 4.500 famiglie.

Si può pertanto affermare che in tale arco temporale questa è la più importante iniziativa, realizzata nel nostro Paese, di sostegno creditizio alle “Persone sostenibili” che si trovino in condizioni di temporanea difficoltà.

Dopo cinque anni di positiva esperienza, nel febbraio 2015 la CEI ha rinnovato in esclusiva con Intesa Sanpaolo il progetto di sostegno creditizio alle Persone, Famiglie e Piccole Imprese che si trovino in difficoltà nell’accesso al credito ordinario.

In occasione della terza edizione del Prestito della Speranza, la stessa CEI ha costituito un Fondo di Garanzia di 25 milioni di euro che, a seguito del moltiplicatore 4 adottato da Intesa Sanpaolo, dovrebbe consentire di erogare finanziamenti fino ad un ammontare complessivo pari ad euro 100 milioni, a copertura del sottostante rischio creditizio.

Il buon esito dei piani di ammortamento dei Prestiti erogati salvaguarderebbe la consistenza del Fondo medesimo generando, di conseguenza, un virtuoso meccanismo di solidarietà perpetuabile nel tempo.  Ciò consentirebbe di garantire un numero di finanziamenti sempre maggiore e, più in generale, di creare “valore sociale” e di alimentare un processo di inclusione finanziaria sempre più ampio.